Corporate
Magazzino Virtuale
Virtual Hospital
Outsourcing
Con il sistema della Fornitura Integrata si ottiene...
Netsourcing
La crescente esigenza da parte delle aziende di ottimizzare i tempi...


Il Magazzino Virtuale
Vincenzo Marino – Fondatore e A. D. della UNITEC D High Tech Industrieprodukte Vertriebs GmbH e UNITEC Services & Web s.r.l. - Membro della commissione di normalizzazione „Sicherheitstechnik“ D.I.N. (Deutsches Institut für Normung) - VDI (Verein Deuscher Ingenieure) - Normenausschuss Maschienenbau (NAM)

Trasformazione della fisicità di beni in informazione logistica condivisa e cooperazione coordinata di attori economici industriali concentrati in un‘area territoriale definita.

La trasformazione di un oggetto da "fisico" in "virtuale" e la ritrasformazione da "virtuale" a "fisico" sembra un racconto, o fantascientifico sul teletrasporto o tratto da un testo di Alchimia Medioevale che ricorda la famosa "pietra filosofale", in realtà oggi è un prodotto dell’ High Tech.
Gli sviluppi delle comunicazioni e della rete informatica sono in effetti gli ingredienti che permettono questa metamorfosi alla quale ci abitueremo, evolvendo il nostro pensiero e percependo la "rete" come tangibile.
Il Magazzino Virtuale è una espressione dell’uso che si può fare di queste possibili trasformazioni. Sia lo stato fisico degli oggetti che il loro lo stato virtuale sono rappresentati nel M.V. per cui possiamo definire il M.V. un ibrido fisico-informatico.
Esempi rappresentativi di visioni dell’uso della virtualizzazione sono riportate dall’economista Jeremy Rifkin nel suo libro “ACCESS” mentre, valutando i dati economici dei distretti industriali come riportati nel libro "DISTRETTI INDUSTRIALI E TECNOLOGIE DI RETE: PROGETTARE LA CONVERGENZA" ed in particolare "La logistica come infrastruttura organizzativa della global economy" di Giancarlo Corò, è possibile valutare l’impatto economico del M.V. sul sistema di servizi e produzione.
L’elaborazione di questi elementi ha reso possibile affermare che:

La condivisione di informazioni, resa possibile dalle tecnologie di rete, permette la razionalizzazione della gestione delle scorte fisicamente presenti nei magazzini aziendali.

Le scorte sono ridotte fisicamente, riducendo il capitale vincolato, la quota ridotta è sostituita dalla informazione sulla disponibilità in termini di tempi e quantità.

La disponibilità totale è data dalla somma dei componenti resi disponibili dagli utenti del magazzino virtuale sullo stesso territorio.

L’ingegnerizzazione del M.V. è basata sul principio della “esclusione della contemporaneità” utilizzato nella progettazione di sistemi complessi, ovvero – si esclude statisticamente che lo stesso componente vada in avaria nello stesso momento in due aree differenti del sistema - un esempio quotidiano è la ruota di scorta – ne possediamo una anche se la nostra autovettura ne usa quattro.

Escludiamo la possibilità di forare contemporaneamente più ruote. Le teorie matematiche che confermano l’applicabilità di M.V. nell’ambito della gestione del territorio occupato da un “Distretto Economico” sono relativamente semplici e la progettazione e l’applicabilità sono calcolabili con metodi matematico-statistici riassumibili nella definizione frequentista e “constatazione empirica mediante ragionamenti di simmetria” di Laplace.

Le interazioni tra gli operatori economici sul territorio definito sono immaginabili come insiemi e ben raffigurabili con i diagrammi di Venn sui quali si verificano inferenze rilevabili con l’applicazione del teorema di Bayes.

È importante osservare che queste inferenze inducono, all’istituzione di uno o più M.V. in un territorio, ad un effetto di miglioramento logistico economico recursivo per tutto il distretto economico che coinvolge.

Per esemplificare, riporto alcuni casi di applicazione che rivelano le potenzialità del M.V.

Virtual Hospital

Il M.V. applicato ad un distretto ospedaliero di una città con 3 ospedali distanti tra loro ca. 20 minuti permette di ottimizzare i magazzini dei singoli ospedali ottenendo che:

  • ogni singolo magazzino è ridotto del 33%
  • il M.V. ha un contenuto pari a 3x67% = 201%
  • la disponibilità per ogni ospedale è 67% in loco + 134% in 20 minuti dalla richiesta

    Il distretto ospedaliero risparmia in questo modo l’equivalente di un magazzino 3x33% ma raddoppia la disponibilità al 201% (67% in loco +134% in M.V.)

    Magazzino Virtuale Refrigerato

    Come nel Virtual Hospital il M.V. può essere utilizzato per razionalizzare l’esercizio dei magazzini refrigerati utilizzati in alcuni processi della catena di trasformazione dell’industria alimentare.
    Nel caso della produzione agricola (agrumi, etc.) la virtualizzazione del metrocubo refrigerato permette un’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse disponibili per il mantenimento dei raccolti fino al momento della trasformazione in alimenti.
    Questo anello del processo produttivo è anche uno dei più costosi. L’ottimizzazione e la conseguente riduzione dei costi rilancia la competitività ed i consumi.
    (In alcune aree agricole del ns. paese in un raggio di 50 Km sono presenti alcune centinaia di magazzini refrigerati)

    Magazzino Virtuale di distretto industriale

    Le considerazioni fatte nei due esempi precedenti possono essere riportate con successo nei Distretti Industriali (ca. 200 in Italia).
    Le economie ottenibili sarebbero di grande impatto su tutta la catena del valore nazionale


    L’impianto e l’esercizio di un Magazzino Virtuale è raffigurato dalla seguente illustrazione:


    Le aziende partecipanti trasmettono al gestore del M.V. le informazioni dei contenuti del magazzino aziendale che desiderano condividere nel distretto e il gestore genera un M.V. che contiene le descrizioni dei materiali, la quantità disponibile ed i tempi di approvvigionamento.
    Le imprese possono conseguentemente ridimensionare le loro scorte in funzione della disponibilità del M.V. e le necessità operative.
    La definizione delle scorte è calcolata in funzione delle abitudini e necessità di consumo degli utenti, della distribuzione fisica territoriale e non ultima la viabilità. I riapprovvigionamenti, la loro frequenza e la loro entità, prima di essere normalizzati, sono analizzati e rapportati al principio 80/20 di Pareto / Juran.
    (1848-1923 Vilfredo Pareto economo e sociologo italiano nato a Parigi da padre genovese enunciò il principio ripreso poi negli anni 50 da Joseph Moses Juran che propose in U.S.A., senza raccogliere grandi consensi, un innovativo “Controlling System”.
    Lo esportò, invece con successo, in Giappone insegnandolo ai manager. Il resto è storia.)

    I partecipanti possono in qualsiasi momento richiedere online la consegna di materiali.

    Il gestore del M.V. provvede ai prelievi e alle consegne nell’ambito del territorio di sua competenza e se desiderato provvede anche ai riapprovvigionamenti.
    Sono possibili interscambi con Magazzini Virtuali di altri distretti.
    Nel M.V. le ridondanze sono normalizzate e le obsolescenze riciclate, la rotazione di magazzino aumenta, il capitale vincolato si riduce e la disponibilità si moltiplica.

    I magazzini delle imprese partecipanti si traformano da passivi in attivi e gli imprenditori possono scegliere se investire in scorte o in servizi.

    Partecipare ad un Magazzino Virtuale, inoltre, permette di:

  • eliminare gli overhead gestionali;
  • adeguare i costi all’andamento congiunturale aziendale;
  • avvalersi di sinergie negoziali ed organizzative;
  • usufruire di sconti di scala moltiplicati in funzione dei grandi volumi d’acquisto generati;
  • garantire una migliore reperibilità delle forniture con un innalzamento degli standard qualitativi;
  • minimizzare i costi di struttura;
  • Salvaguardare l’ambiente riducendo il traffico generato da trasporti di lungo percorso.

    Il Magazzino Virtuale è oggi realizzabile grazie alle tecnologie di rete ed in particolare per le PMI, a basso costo con l’ausilio di Internet. La sua applicazione è possibile ovunque e rappresenta un altro passo verso l’economia di rete.



  • U. S. & W. S.r.l. - P.IVA 01868730597 -MappaLinksContattiInformazioni legali&CopyrightWebmaster